Biotestamento: una legge di libertà

SALUTE E MEDICINA Marina Garaventa vive attaccata a un respiratore 24 ore su 24 Biotestamento: una legge di libertà di Marina Garaventa* mercoledì 20 dicembre 2017 87 SAVIGNONE – Finalmente, sarebbe il caso di dire “dopo lunga e penosa malattia”, la legge che regola Il biotestamento (ovvero il testo sulle Disposizioni anticipate di trattamento e in materia di consenso informato) è stata approvata anche dal Senato, diventando quindi legge a tutti gli effetti. Grande la soddisfazione di quasi tutto il Senato, in particolare dei Radicali che si sono battuti per ottenere una legge equilibrata di libertà, farneticanti le parole di un senatore contrario … Continua a leggere Biotestamento: una legge di libertà

Lo specialista. Chi l’ha visto?

Qualcuno penserà che io abbia la mania di raccontare i fatti miei e, francamente non posso dargli torto. È che, per un gran numero di fattori, i fatti miei son talmente paradossali che non divulgarli sarebbe un ver peccato. Eccovi l’ultima “avventura “nella quale cui sono incappata. Come molti dei miei lettori sanno, io sono nata con la rarissima Sindrome di Elher-Danlos (EDS) alla quale, a 40 anni, si è aggiunta la dolorosa Sindrome di Guillan Barrè. Se è vero che l’unione fa la forza, le due sindromi unite mi hanno ridotta a una “schifezza”, paralizzata dalla vita in giù … Continua a leggere Lo specialista. Chi l’ha visto?

I cognomi della Valle Scrivia – Strata

Continuo la serie di articoli sui cognomidella Valle Scrivia, scritti per la rivista “Qui e non solo dintorni. Il cognome “Strata” nasce nell’alto medioevo, quando per “strata” intendeva un’importante via di comunicazione, maestra e lastricata, per antonomasia “la strada romana”. Da questo termine si passò alla cognominizzazione, con molte variazioni dovute alla fonetica dialettale, come Strada, Stratta e De Strada, Rimane incerta l’origine della famiglia Strata, che pare essere oriunda tra Liguria e Piemonte con presenze contemporaneamente a Pavia, Novi, Voghera poi a Vercelli, Asti, Tortona, Castelnuovo Scrivia., Alba, Alessandria, Genova, Casale, Miano indi in epoche posteriori a Biella, Ivrea, … Continua a leggere I cognomi della Valle Scrivia – Strata

In Italia bisogna morire per essere ascoltati

Da quando ho visto il viso di DJ Fabo, ho il cuore pesante. In Italia bisogna morire per essere ascoltati. Bisogna gridare forte per destare la classe politica costringendola ad occuparsi dei veri bisogni dei cittadini. I nostri politici preferiscono cavillare su date e poltrone, piuttosto che occuparsi dei gravi problemi del paese. Per risvegliarli dal loro sonno autoreferenziale, bisogna che muoia qualcuno. La piaga del lavoro nero dilaga, ma deve morire una donna italiana perché se ne parli, devono morire decine di bambini sulle nostre coste per affrontare il problema dell’immigrazione, qualcuno deve chiedere di morire perché si affronti … Continua a leggere In Italia bisogna morire per essere ascoltati

Viaggio nell’assistenza domiciliare in Liguria

Per la rivista “Qui e non solo dintorni”, ho scritto alcuni pezzi sull’assistenza domiciliare in Liguria. Ecco il primo articolo. LA BADANTE La Liguria è, come evidenza l’Istat, la regione più vecchia d’Italia. Infatti su un totale di 1.571.093 abitanti 443.446 (quasi di un terzo) sono over 65. Le cose non migliorano se si osservano gli indici delle diverse aree metropolitane. L’accudimento degli anziani è uno dei problemi più assillanti delle famiglie. Fino agli anni ’70, gli anziani erano inseriti in famiglia ma oggi, per diversi motivi che sarebbe troppo lungo spiegare, la rete famigliare è venuta via via scemando … Continua a leggere Viaggio nell’assistenza domiciliare in Liguria

Il futuro è nella medicina integrata

Posto questo articolo tratto dalla rivista “Qui e non solo dintorni” per due motivi. Innanzitutto ho la fortuna di conoscere il Prof. Edoardo Rossi  e so, per esperienza personale che mette effettivamente in pratica ciò che dice cercando d’instaurare con i suoi pazienti un rapporto che va al di là della semplice cura della malattia, concentrandosi sulla persona considerata in toto, e non come semplice portatore di malattia. Chi mi segue da anni, sa che io ho spesso affrontato il tema del rapporto paziente/medico lamentando spesso la mancanza di comprensione dei medici verso i loro pazienti. Un malato non è … Continua a leggere Il futuro è nella medicina integrata

Domenico e Wanda

Quando li ho visti, in versione normale, non ho saputo resistere e li ho addobbati per le feste! Domenico e Wanda sono i “figli” di una coppia di umani, miei amici, Franco e Paola. Dato che gli umani sono entrambi medici, anche i mici si sono appassionati alla medicina. Domenico , il più pigro, è “solo” igenista dentale mentre Wanda, più studiosa, sta per laurearsi in medicina. Domenico e Wanda hanno altri due fratelli, Cecilia e Vittorio…. ma di loro vi parlerò un altra volta! Continua a leggere Domenico e Wanda