Ringraziamento

  Cari amici, grazie a tutti voi che avete partecipato al nostro dolore per la scomparsa della “zia Rosetta”. Avete scritto su di lei, parole dolci e profonde che hanno commosso tuti. Per questo, io e mamma abbiamo deciso di editare questo nuovo video inedito che ricorda una grande interpretazione di Rosetta Noli. Buon ascolto! Marina e Lilli Annunci Continua a leggere Ringraziamento

Presentazione a Genova

Giovedì 25 settembre 2014 alle ore 18 presso la Feltrinelli libri e musica di Genova via Ceccardi, 16r Genova Presentazione del libro di Marina Garaventa “Le rose dell’Ecuador” Liberodiscrivere® edizioni http://www.liberodiscrivere.it/biblio/scheda.asp?OpereID=163822 Conduce Sandro Sansò giornalista. Intervengono: l’autrice in videoconferenza, Esther Cuesta Santana cónsul de Ecuador en Génova, Freddie Del Curatolo giornalista, Carla Peirolero attrice, Marco Rinaldi attore, Antonello Cassan editore. Antonello  Cassan Editore di Liberodiscrivere® http://www.liberodiscrivere.it Facebook. http://www.facebook.com/pages/LiberodiscrivereR-edizioni/83182712279 Continua a leggere Presentazione a Genova

“Le rose dell’Ecuador” – romanzo

“Le rose dell’Ecuador Romanzo Liberodiscrivere Edizioni in uscita a settembre PRENOTATELO GIA’ DA ORA Geneviève, affermata cantante lirica, e Rosa, indomita emigrante ecuadoriana, per un caso del destino, intrecciano le loro vite alla ricerca della felicità perduta. Tra Torre del Lago Puccini e il pueblito di La Union, in Ecuador, due mondi e due culture differenti e lontane, si incontrano e cercano di comprendersi. Un segretario premuroso, un agente teatrale senza scrupoli, la musica di Giuseppe Verdi completano il quadro di un cammino tortuoso, tra dolori, rimpianti, storie d’amore, scambi di ruoli e colpi di scena. Marina Garaventa racconta le … Continua a leggere “Le rose dell’Ecuador” – romanzo

Calendario verdiano: 6 marzo 1853 – Parte II

“La traviata” : melodramma in quattro atti su libretto di Francesco Maria Piave, tratto dal romanzo “La dame aux camélias” di Alexandre Dumas figlio. Venezia, Teatro La Fenice, 6 marzo 1853. Dunque, come già detto nel post precedente, Verdi vide il dramma di Dumas nel suo soggiorno parigino del 1851, con Giuseppina, e ne fu così affascinato che già nel 1852, Francesco Maria Piave aveva ultimato il libretto. Verdi aveva ben chiaro che, per la parte di Violetta, era necessaria una “donna di prima forza”, e che la debolezza del cast avrebbe potuto determinare il successo della serata. Naturalmente, visto … Continua a leggere Calendario verdiano: 6 marzo 1853 – Parte II

Calendario verdiano: 19 gennaio 1853

Il trovatore, su libretto di Salvatore Cammarano, completato, in seguito all’improvvisa morte di quest’ultimo, da Leone Emmanuele Bardare (1820-dopo il 1880), e tratto dal dramma El trovador (1836) di Antonio García Gutiérrez (Roma, Teatro Apollo, mercoledì 19 gennaio 1853). La versione francese del Trovatore, nella traduzione di Émilien Pacini e con il titolo Le trouvère andò in scena lunedì 12 gennaio 1857, al Théâtre de l’Opéra di Parigi. Quello che incontriamo oggi, è un Verdi quarantenne, all’apice del successo e nel pieno delle sue capacità, un simbolo per l’Italia risorgimentale che, dopo il “Nabucco” (1842), ha eletto la sua musica … Continua a leggere Calendario verdiano: 19 gennaio 1853

G. Verdi (1813 – 1901): un secolo di storia italiana

  Non si può parlare della storia politica e culturale d’Italia senza evocare il volto altero del grande vecchio: con la sua barba bianca. serio, ma con gli occhi brillanti ed ammiccanti, sembra osservare con attenzione i mutamenti della sua amata Italia. Quella patria che, appena nata, lo fece senatore a vita e che non dovrebbe mai scordare ciò che Verdi ha fatto per lei. Già dal 1842, da quando le note del Nabucco erano risuonate alla Scala di Milano, l’Italia, quella dei carbonari. quella che aspettava di allontanare gli usurpatori, aveva capito di avere in Verdi un grande alleato … Continua a leggere G. Verdi (1813 – 1901): un secolo di storia italiana