Calendario verdiano: 15 febbraio 1845

Giovanna d’Arco, su libretto di Temistocle Solera, tratto dal dramma Die Jungfrau von Orléans (1801) di Friedrich Schiller (Milano, Teatro alla Scala, sabato 15 febbraio 1845). “Giovanna d’arco”, settima opera di Verdi e la quinta per la Scala di Milano, fu composta in brevissimo tempo, si colloca  al centro di quel periodo (1839– 1850 circa) che Verdi stesso definiva “gli anni di galera”. Il decennio, funestato dalla morte della moglie Margherita Barezzi, e da quella dei 2 figli, e complicato, inizialmente, da gravi difficoltà economiche, si caratterizza per un incessante impegno di lavoro, che frutterà al Maestro ben 14 opere. … Continua a leggere Calendario verdiano: 15 febbraio 1845

G. Verdi (1813 – 1901): un secolo di storia italiana

  Non si può parlare della storia politica e culturale d’Italia senza evocare il volto altero del grande vecchio: con la sua barba bianca. serio, ma con gli occhi brillanti ed ammiccanti, sembra osservare con attenzione i mutamenti della sua amata Italia. Quella patria che, appena nata, lo fece senatore a vita e che non dovrebbe mai scordare ciò che Verdi ha fatto per lei. Già dal 1842, da quando le note del Nabucco erano risuonate alla Scala di Milano, l’Italia, quella dei carbonari. quella che aspettava di allontanare gli usurpatori, aveva capito di avere in Verdi un grande alleato … Continua a leggere G. Verdi (1813 – 1901): un secolo di storia italiana