Ciao Michele

Se n’è andato, a soli 37 anni, per un banale incidente. Un furgone non ha rispettato una precedenza e lo ha ucciso sul colpo, mentre si allenava sulle strade di casa. Al prossimo Giro d’Italia avrebbe avuto i gradi di capitano della sua squadra. Grande ciclista, uomo intelligente e simpatico, realista, pragmatico e ottimista. Ci mancheranno il suo sorriso e la sua grinta. Continua a leggere Ciao Michele

Ottavio Garaventa, Ugo Foscolo e la Milano-Sanremo

Il 18 marzo di 3 anni fa moriva il mio papà Oggi si corre una delle gare ciclistiche più importanti del mondo: la Milano-Sanremo.   A più d’uno, l’accostamento potrà sembrare blasfemo, irriverente, ma permettetemi una breve riflessione. Ognuno di noi ha i suoi morti e ognuno li ricorda a modo suo: le preghiere, i fiori sulla tomba, l’intimo colloquio. C’è anche chi non li ricorda affatto ed è come se li facesse morire 2 volte. Mai come adesso mi sono sembrati veri i versi di Ugo Foscolo:   Sol chi non lascia eredità d’affetti poca gioia ha dell’urna; e … Continua a leggere Ottavio Garaventa, Ugo Foscolo e la Milano-Sanremo

Nibali rosa

Vincenzo Nibali ha vinto il suo secondo Giro dItalia. Contro ogni aspettativa, a causa di alcuni giorni difficili era scivolato a 4 minuti dalla Maglia Rosa e sembrava ormai fuori dai giochi. Poi, con un guizzo da vero campione, in 2 tappe entusiasmanti ha ribaltato la classifica e ha vinto, entusiasmando il pubblico e i suo tifosi. Nibali ha vinto con le gambe, col cuore e col la testa. Qualche giorno fa, nel mio post, “La vita è…..” avevo scritto alcune riflessioni che, si attagliano perfettamente con il comportamento dello “Squalo dello Stretto”. Continua a leggere Nibali rosa

CanNibali

Non c’è bisogno di aggiungere molto. La faccia composta, seppur emozionata, di Vincenzo Nibali, parla per lui. Un uomo che, a soli 29 anni, ha già vinto le tre grandi corse a tappe, Vuelta de España, Giro d’Italia e Tour, entrando nell’Olimpo dei grandi del ciclismo. 19 giorni in maglia gialla, 4 tappe vinte hanno fatto di lui l’idolo delle folle italiane e non. Tutti, persino i francesi, si sono stupiti della sua forza e determinazione, ma, soprattutto, della sua semplicità e disponibilità. Vincenzo, a differenza di altri vincitori di grandi giri, spesso scostanti e inavvicinabili, non si nega mai … Continua a leggere CanNibali

Giro d’Italia 2014

Strada rosa anche a Belfast ,in Irlanda, dove inizia il Giro 2014. Ieri, alla prima tappa, a cronometro squadre, migliaia di persone hanno invaso le strade per salutare l’inizio della gara. La corsa Rosa è stata definita “un dono culturale”   Qui un bel documento, in pdf con notizie, immagini e ricordi del GIro d’Italia!: GIRO_PROFILE_2014_WEB   Continua a leggere Giro d’Italia 2014

I consigli della Principessa

Ecco qualche consiglio di navigazione. Se siete appassionati di arte, e di pittura del ‘900, qui un sito interessante e utile. 123rf è, invece, un archivio fotografico che raccoglie immagini dando tutte le notizie per il loro uso e per eventuali licenze di utilizzo Con la primavera, è cominciata la stagione del mio sport preferito, il ciclismo. Quest’anno è entrata nel grande circuito del ciclismo, la prima squadra africana, la Qhubeka, tra le cui file c’è anche Ciolek vincitore della Milano- Sanremo di quest’anno. Al di là della novità di essere la prima squadra del “continente nero”, la Qhubeka svolge … Continua a leggere I consigli della Principessa

Armstrong: o la caduta degli dei

A proposito di “Eroi e miti?”, post che ha suscitato molto interesse, cade a proposito la recente radiazione del famoso ciclista americano Lance Armstrong, vincitore di ben 7 Tour de France, per sospetto uso di sostanze dopanti. Il sospetto che Armstrong facesse uso di anabolizzanti, benché mai trovato positivo ai controlli, nasceva dalle sue frequentazioni poco raccomandabili, come il Dott. Michele Ferrari (citato anche nel caso Schwarzer) coinvolto in diversi casi di doping, e dal fatto che il ciclista, affetto da un cancro, “nascondesse” tra le cure anche sostanze non concesse.  A distanza di anni, la giustizia sportiva ha fatto … Continua a leggere Armstrong: o la caduta degli dei