Ottavio Garaventa canta “Andrea Chenier”

Due anni fa moriva mio padre. Voglio ricordarlo così. “Andrea Chenier” di Umberto Giordano – Atto I “Improvviso – Un dì all’azzurro spazio”   Chénier (pallidissimo)  Colpito qui m’avete ov’io geloso celo  il più puro palpitar dell’anima.  (accenna al cuore)  Or vedrete, fanciulla, qual poema  è la parola “Amor”, qui causa di scherno!  (Sorpresi, tutti stanno curiosi ad udirlo.) Un dì all’azzurro spazio  guardai profondo,  e ai prati colmi di viole,  pioveva loro il sole,  e folgorava d’oro il mondo:  parea la terra un immane tesor,  e a lei serviva di scrigno il firmamento.  Su dalla terra a la mia fronte  … Continua a leggere Ottavio Garaventa canta “Andrea Chenier”

Il poeta rivoluzionario

  In questo video, potete ascoltare e vedere uno dei più osannati interpreti del ruolo di Chénier, il tenore Franco Corelli.   Questa mattina, alle 7, io e mio padre dissertavamo di melodramma e attualità. L’augusto genitore, nonostante l’età e gli acciacchi, ha ancora il gusto e l’impeto del rivoluzionario romantico e, ripassando mentalmente il celebre “Improvviso”, dall’opera “Andrea Chénier” (1896) di Umberto Giordano, rifletteva sulla modernità di certi temi, ancora attuali. Andre Chénier (1762-1794), realmente vissuto in Francia, era un giovane poeta che partecipò con entusiasmo alla rivoluzione ma che, avendo espresso critiche al regime del Terrore instaurato da … Continua a leggere Il poeta rivoluzionario