Barbari?

“Un mondo che si considera prospero e civile, segnato da disuguaglianze e squilibri al suo interno, ma forte di un’amministrazione stabile e di un’economia integrata; all’esterno, popoli costretti a sopravvivere con risorse insufficienti, minacciati dalla fame e dalla guerra, e che sempre più spesso chiedono di entrare; una frontiera militarizzata per filtrare profughi e immigrati; e autorità di governo che debbono decidere volta per volta il comportamento da tenere verso queste emergenze, con una gamma di opzioni che va dall’allontanamento forzato all’accoglienza in massa, dalla fissazione di quote d’ingresso all’offerta di aiuti umanitari e posti di lavoro.” Questo è l’incipit … Continua a leggere Barbari?

Sant’Agostino, filosofo, dottore della Chiesa e… africano

  Ieri, in molte parti d’Italia, si festeggiava Sant’Agostino filosofo, dottore della Chiesa, letterato e teologo. Anche Savignone ha eletto ques’uomo a suo patrono, e ogni anno lo festeggia il 28 agosto, con una suggestiva processione, musica, ballo liscio e fuochi artificiali. La statua del Santo, immortalato dei suoi abiti vescovili, ha il volto, lievemente “abbronzato” rivolto verso il cielo in espressione ascetica. Aurelio Agostino d’Ippona (in latino: Aurelius Augustinus Hipponensis; nacque  a Tagaste, il 13 novembre 354 e mori a  Ippona, 28 agosto 430. È stato definito «il massimo pensatore cristiano del primo millennio e certamente anche uno dei più grandi geni dell’umanità in assoluto». Se le Confessioni sono la sua opera … Continua a leggere Sant’Agostino, filosofo, dottore della Chiesa e… africano

Non guardate, non diffondete!

Continuo, in un certo senso, il mio sciopero verbale verso questi nuovi tempi. Seguo le cronache sui giornali, guardo RaiNews24, leggo, approfondisco ma non commento. In questa marea di opinioni, pareri, confronti e tesi contrastanti non voglio unire la mia preoccupazione e le mie idee. Non voglio soprattutto parlare sull’onda di certi avvenimenti brutali che ci riportano ai più bui momenti della storia. Sto parlando, lo avrete capito di quello che sta avvenendo nei paesi del medio Oriente e del nord Africa. Sto parlando di guerra. Non so cosa accadrà nel prossimo futuro, non ho consigli da dare a chi … Continua a leggere Non guardate, non diffondete!

Piccola galleria de “Le rose dell’Ecuador”

“Chi si loda…..”. Poche parole per descrivere una bella serata. Sala della Feltrinelli, strapiena, atmosfera calda e ben disposta, oratori veramente entusiasti, in particolare, la Console Generale dell’Ecuador, Signora Esther Cuesta Santana , l’attore e scrittore Marco Rinaldi, delicatissimo Freddie del Curatolo che ha parlato della sua esperienza in Africa. Conduttore Sandro Sansò, anche lui scrittore. Si sono toccati temi importanti come razzismo, integrazione e comprensione, altri più leggeri, come la lirica e la musica. Io mi sono sentita compresa, amata e sostenuta da tutti. Una parola speciale per l’editore, Antonello Cassan, vero portento! Grazie a tutti! Continua a leggere Piccola galleria de “Le rose dell’Ecuador”

Una rosa per Ottavio Garaventa

Lunedì 14 Aprile ore 20,30 TEATRO STABILE  – Teatro della Corte UNA ROSA PER GENOVA  SERATA DI GALA in ricordo di OTTAVIO GARAVENTA Presentano. UGO BENELLI e LUIGI MAIO. Con la partecipazione di:DANIELA DESSI’- FABIO ARMILIATO- GIOVANNI B.PARODI – VANESSA BENELLI MOSELL Premio Stockhausen 2006- VERA MARENCO e il Coro Arkansé- Francesca Cappelletti- Ekaterina Gaidanskaya-Alena Sautier- Alessandro Fantoni- Renato Fregara Per informazioni e prenotazioni: Biglietteria Teatro Stabile di Genova : Teatro della Corte, Corte Lambruschini – Tel. 010 5342290 Continua a leggere Una rosa per Ottavio Garaventa

Auguri a tutti!

SIAMO NATI PER RISPLENDERE La nostra paura più profonda non è di essere inadeguati. La nostra paura più profonda, è di essere potenti oltre ogni limite. E’ la nostra luce, non la nostra ombra, a spaventarci di più. Ci domandiamo: ” Chi sono io per essere brillante, pieno di talento, favoloso? ” In realtà chi sei tu per non esserlo? Siamo figli di Dio. Il nostro giocare in piccolo, non serve al mondo. Non c’è nulla di illuminato nello sminuire se stessi cosicché gli altri non si sentano insicuri intorno a noi. Siamo tutti nati per risplendere, come fanno i … Continua a leggere Auguri a tutti!

La nave dei dannati

Giova, talvolta, ripercorrere a ritroso la storia e cercare tra le pieghe di un passato dimenticato, o addirittura ignoto, fatti che possano aiutarci a comprendere gli avvenimenti di oggi. Mentre impazzano le polemiche tra chi vorrebbe respingere i poveri profughi che approdano disperati sulle nostre coste e chi vorrebbe accoglierli in modo caritatevole o, per lo meno, civile, mi è tornata alla mente, la storia di una nave che, nel lontano 1939, fu protagonista di una tragica vicenda. Il 13 Marzo, mentre il mondo si preparava alla seconda guerra mondiale, che sarebbe scoppiata il 1° settembre con l’invasione della Polonia … Continua a leggere La nave dei dannati