L’essenziale

La vita di oggi, frenetica e vogliosa, non ci lascia tempo per pensare. Troppi sono i bisogni “indispensabili” da soddisfare e il tempo a nostra disposizione sembra ridursi sempre di più. Il telefonino di ultima generazione, la tv 50 pollici, l’auto superconnessa, la casa nuova, le vacanze esotiche, le cene al ristorante, il cane di razza, il condizionatore, il tappetino rinfrescante per il micio e …. chi ne ha più ne metta. Questi i bisogni del terzo millennio! Per i più giovani, i nativi digitali e per quelli allevati a omogeneizzati e pubblicità, sembra incredibile pensare alle generazioni precedenti al … Continua a leggere L’essenziale

Caro Marziano – Parlare con i sordi

Originally posted on MetropoliZ blog:
“Caro Marziano, nel posto in cui andremo oggi mentre per bere non c’è problema, quattro chiacchiere vanno fatte in una maniera un po’ particolare.” Nel mondo esistono migliaia di lingue diverse, una di queste, però, non ha bisogno del suono. Si tratta della lingua dei segni. Pif, tra dialetti e curiosità, spiega questo linguaggio insieme ad un gruppo di ragazzi sordi che gestisce un locale molto particolare Servizio su RaiPlay – RAI3 Continua a leggere Caro Marziano – Parlare con i sordi

I cognomi della Valle Scrivia – Strata

Continuo la serie di articoli sui cognomidella Valle Scrivia, scritti per la rivista “Qui e non solo dintorni. Il cognome “Strata” nasce nell’alto medioevo, quando per “strata” intendeva un’importante via di comunicazione, maestra e lastricata, per antonomasia “la strada romana”. Da questo termine si passò alla cognominizzazione, con molte variazioni dovute alla fonetica dialettale, come Strada, Stratta e De Strada, Rimane incerta l’origine della famiglia Strata, che pare essere oriunda tra Liguria e Piemonte con presenze contemporaneamente a Pavia, Novi, Voghera poi a Vercelli, Asti, Tortona, Castelnuovo Scrivia., Alba, Alessandria, Genova, Casale, Miano indi in epoche posteriori a Biella, Ivrea, … Continua a leggere I cognomi della Valle Scrivia – Strata

Omaggio filosofico

Ultimamente, grazie allo stimolo di alcuni blogger, non ultimo Diego56, ho ricominciato a interessarmi alla filosofia, già molto amata fin dai tempi remoti del liceo. Allora meditavo di iscrivermi alla facoltà di filosofia, pensando di potermi dedicare allo studio e, indi, all’insegnamento di questa affascinante disciplina. Poi, come spesso accade, la vita non si accorda coi sogni e, quasi senza accorgersene ci troviamo su altre strade, in altri mondi. La vita attiva, oggi forse troppo frenetica, non ci dà il tempo di riflettere e di meditare su quelle domande universali che stanno in letargo dentro di noi. Chi siamo? Perché … Continua a leggere Omaggio filosofico

Donizetti come Frankenstein

Strano paragone, direte voi! In realtà non si tratta di una vera correlazione ma di un influsso della storia dell’epoca che, in modo casuale, mette in relazione il grande musicista bergamasco e il personaggio inquietante creato da Mary Shelley. La scrittrice pubblica Frankenstein nel clima gotico del nascente romanticismo mentre si cominciava a studiare i segreti del cervello e della psiche. Si riteneva, tra l’altro, che il peso e la dimensione cerebrale dovessero determinare la maggior o minor intelligenza di un individuo. Gaetano Donizetti, grande musicista, morì nel 1848, a seguito di una grave forma di demenza, si spense a … Continua a leggere Donizetti come Frankenstein

I consigli della Principessa

La lettura è sempre stata il mio divertimento, il mio svago e il mio rifugio. Il mio comodino, perché leggevo soprattutto la notte, era sempre assediato di libri che mi tenevano compagnia sempre e comunque. Per i miei libri avevo una cura maniacale. Li rifasciavo, li pulivo, etichettavo, li collocavo nella libreria secondo gli argomenti e li catalogavo come se fossero in una biblioteca. Il mio primo libro “adulto” fu “Metello” di Pratolini, letto a 13 anni, rimasto per me come la pietra miliare che ha segnato il mio ingresso nel mondo dei grandi. Se non lo avete letto, fatelo … Continua a leggere I consigli della Principessa

Mamma: musica e parole

Piccola raccolta di detti dedicata alle mamme. Essere mamma non è un dovere; non è nemmeno un mestiere: è solo un diritto tra tanti diritti. Oriana Fallaci, da “Lettera a un bambino mai nato” Le verità che contano, i grandi principi, alla fine, restano sempre due o tre. Sono quelli che ti ha insegnato tua madre da bambino. Enzo Biag   Mi strinsi al fianco della mamma…..ed ancora sentii addosso i suoi bei capelli come l’ala di un angelo-pensavo, e fui davvero felice! Papa Giovanni XXIII Una buona madre vale cento maestri. Victor Hugo Ogni scarrafone è bello a mamma … Continua a leggere Mamma: musica e parole

Destra sinistra

Ieri sera, durante un dibattito che celebrava la vittoria di Renzi, alle primarie del Partito Democratico, ho sentito una frase che mi ha colpito. “Ormai non si tratta più di destra e sinistra, ma di europeisti contro antieuropeisti” Credo sia vero e, anche i nostalgici delle vecchie categorie devono prenderne atto. Non mi piace ma mi adeguo. Continua a leggere Destra sinistra