Dall’AIFA stop ai mezzi di contrasto con gadolinio per risonanza magnetica

ds sapereassolutamente!

MetropoliZ blog

gadolinio-risonanzaUna revisione condotta dall’EMA ha confermato che, a seguito dell’uso di mezzi di contrasto a base di gadolinio, si ha un accumulo di piccole quantità di gadolinio nei tessuti cerebrali. Tali medicinali sono stati sospesi in Italia a partire dal 28 febbraio 2018

L’AIFa (agenzia Italiana del Farmaco) ha diramato una nota informativa con la quale vengono aggiornate le raccomandazioni dell’uso del gadolinio, sostanza che viene utilizzata in molti casi per il mezzo di contrasto delle risonanze magnetiche.
La nota, in sostanza, stabilisce che in via precauzionale venga sospeso dallo scorso 28 febbraio l’utilizzo dei mezzi di contrasto a base di gadolinio,poiché si è visto che questa sostanza si accumula nel cervello – anche se non esiste evidenza che questi depositi causino danni a lungo termine.

Il fenomeno dell’accumulo riguarda chi riceve, nel corso della vita, dosi multiple di mezzi di contrasto, mentre è decisamente trascurabile per chi si…

View original post 431 altre parole

Un pensiero su “Dall’AIFA stop ai mezzi di contrasto con gadolinio per risonanza magnetica

  1. il principio precauzionale di sospensione è giusto, anche se spero ciò non comporti disagi per chi si deve sottoporre ad esami frequenti, visto che si tratta di persone che certo non si divertono a farsi «scandagliare» da questi macchinari

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...