Pensaci Donald!

emigrazione-italiana-americaSul basamento della Statua della Libertà, simbolo degli Stati Uniti, una targa recita le parole della poetessa Emma Lazarus. < Tenetevi, o antiche terre, la vostra vana pompa – grida essa [la statua] con le silenti labbra – Datemi i vostri stanchi, i vostri poveri, le vostre masse infreddolite desiderose di respirare liberi, i rifiuti miserabili delle vostre coste affollate. Mandatemi loro, i senzatetto, gli scossi dalle tempeste e io solleverò la mia fiaccola accanto alla porta dorata>

Queste parole sono il “credo” del paese ed è per questo che, dopo il blocco delle frontiere voluto da Trump, ci sono state tante manifestazioni di dissenso. Del resto, quello che noi chiamiamo oggi “popolo americano”, in realtà, è un agglomerato di persone provenienti da tutto il mondo, fin dal 1500. Inglesi e francesi, soprattutto, dopo aver colonizzato le terre americane e dopo aver sterminato i nativi pellerossa, presero l’abitudine di inviare oltreoceano tutti i galeotti che non erano graditi in patria. Da costoro, uomini e donne, nasce il popolo americano, prova ne sono i cognomi più diversi che formano la cittadinanza statunitense.

Tra gli innumerevoli popoli che contribuirono a far grande l’America, ci furono anche gli italiani che si trovano ai primi posti della classifica dell’emigrazione. A cominciare dal 1861, il flusso degli italiani verso l’America del nord fu sempre in crescendo, A partire dal 1861 si contano circa 24 milioni di partenze, provenienti soprattutto da Veneto, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e dalle regioni del sud.

Ecco un breve video sui veri americani.

Il capostipite dei Trump è stato Friedrich Trump nato a Kallstadt in Germania e emigrato in USA. Pensaci Donald!

 

Annunci

4 pensieri su “Pensaci Donald!

  1. io penso che lo sappia benissimo che gli Stati Uniti hanno prosperato per il lavoro e il sacrificio di tanti immigrati, ma purtroppo la propaganda contro un presunto invasore è un’arma efficace di distrazione di massa; come dire: invece che ragionare sulle vere ragioni della crisi della classe media e lavoratrice negli States, fa comodo prendersela con un nemico, un fantasma da agitare ad hoc; accade anche qui da noi, nella colta Europa;

    certo è una nazione nata con lo sterminio dei nativi americani, ma penso il livello medio d’istruzione è così scadente che di certo non conoscono neanche la propria, di storia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...