Popon de pessa

hqdefaultL’antica ninna nanna genovese “Popon de pessa” è stata incisa da molti artisti liguri, come Jo Sentiri e Piero Parodi. Questa è la versione, in dialetto, molto dolce di Marco Cambri.

Credo che la mia generazione sia l’ultima ad averla ascoltata dalla voce dei genitori.

A me, la cantava mio padre accompagnandosi con la chitarra.

Me la cantava quando ero piccola ma nei momenti più difficili della mia malattia, quando la paura e il dolore erano devastanti, me la cantava sottovoce per calmarmi.

 

Tradzione in italiano

Dormi dormi bambino di pezza

che la mamma è andata a messa

il papà è in mezzo al mare

tu da grande non andarci

 

fai il bravo mi dicevano, tuo padre

prende le onde nel sedere

prende del mare di poppa e di sponda

e poi tutte le frottole che ci racconta

 

di quella volta che una balena

ha alzato la nave sulla schiena

di quella volta che un pescecane

al timoniere gli ha strappato una mano

di quella notte che c’erano delle onde

che erano più alte del nostro monte

 

Lo sapete che i marinai

lasciano qui figli e mogli

poi quando ritornano portano a casa

seta profumi odore di sale

rimangono qualche giorno e ripigliano il mare

sono solo capaci a farsi aspettare

 

Sapessi quanto ho aspettato

e maledetto quel lavoro

quante volte ho detto al mare

che dalla finestra me lo buttasse in casa

sapessi quanto ho aspettato

e maledetto quel lavoro

quante volte per non guardarci

ho socchiuso l’imposta sul mare

 

Dormi dormi bambino di pezza

che la mamma ti accarezza

il papà fa il marinaio

tu da grande non starlo a fare

 

Qui il testo originale.

Annunci

2 pensieri su “Popon de pessa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...