L’inutile fatica di distruggere

e interessante post dell’amico Popf

libera...mente

Ogni cuore pulsa e distribuisce sangue a tutto il corpo. Se una coronaria interrompe il suo flusso, il cuore subisce un trauma che può essere letale se non si interviene in tempo, nella maggior parte dei casi basta uno stent, qualche anticogulante, ed il cuore continua a battere.
Come per il corpo, nella complessa società odierna ognuno di noi rappresenta un’arteria, una vena, una coronaria o un capillare. Un trombo può colpire senza dare traumi estremi al cuore del sistema. Se solo fosse consapevole di questo, un attentatore terrorista capirebbe l’inutilità del proprio gesto. E forse lo sa, perchè il fine ultimo per l’attentatore, giudice e carnefice, non è la vittoria finale ma l’illusione che la sua azione possa dare modo alle vittime di redimersi. C’è da chiedersi chi siano le vittime da redimere in un’azione terroristica: vittima è chi rimane ucciso o ferito o tutti i testimoni diretti e…

View original post 424 altre parole

3 pensieri su “L’inutile fatica di distruggere

  1. Sbagliate la prospettiva. Il terrorista non è il trombo è la medicina che riporta tutto il sistema a posto. Presa una volta sola la medicina può non produrre effetti anzi potrebbe produrre una resistenza (vedi gli antibiotici presi in eccesso) ma con strategia il risultato è la conversione e la rinascita del sistema… Al momento siamo in presenza di pessimi medici sulla Terra

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...