Ottavio , Otello e… chi è Desdemona?

Tra le registrazioni paterne ho trovato questo bel duetto, tratto dal primo atto di “Otello ” di Giuseppe Verdi. Risale al 1997 ed è stato registrato al Teatro Regio di Parma .

Ecco il quiz:

Chi è la cantante che interpreta Desdemona ?

SCENA III

Otello e Desdemona

OTELLO:
Già nella notte densa
s’estingue ogni clamor.
Già il mio cor fremebondo
s’ammansa in quest’amplesso e si rinsensa.
Tuoni la guerra e s’inabissi il mondo
se dopo l’ira immensa
vien quest’immenso amor!

DESDEMONA:
Mio superbo guerrier! Quanti tormenti,
quanti mesti sospiri e quanta speme
ci condusse ai soavi abbracciamenti!
Oh! com’è dolce il mormorare insieme:
te ne rammenti!
Quando narravi l’esule tua vita
e i fieri eventi e i lunghi tuoi dolor,
ed io t’udia coll’anima rapita
in quei spaventi e coll’estasi in cor.

OTELLO:
Pingea dell’armi il fremito, la pugna
e il vol gagliardo alla breccia mortal,
l’assalto, orribil edera, coll’ugna
al baluardo e il sibilante stral.

DESDEMONA:
Poi mi guidavi ai fulgidi deserti,
all’arse arene, al tuo materno suol;
narravi allor gli spasimi sofferti
e le catene e dello schiavo il duol.

OTELLO:
Ingentilia di lagrime la storia
il tuo bel viso e il labbro di sospir;
scendean sulle mie tenebre la gloria,
il paradiso e gli astri a benedir.

DESDEMONA:
Ed io vedea fra le tue tempie oscure
splender del genio l’eterea beltà.

OTELLO:
E tu m’amavi per le mie sventure
ed io t’amavo per la tua pietà.

DESDEMONA:
Ed io t’amavo per le tue sventure
e tu m’amavi per la mia pietà.

OTELLO:
E tu m’amavi. . .

DESDEMONA:
E tu m’amavi. . .

OTELLO:
Ed io t’amavo. . .

OTELLO, DESDEMONA:
. . .per la tua, (mia) pietà.

OTELLO:
(sempre dolce)
Venga la morte! e mi colga nell’estasi
di quest’amplesso
il momento supremo!
(Il cielo si sarà tutto rasserenato: si vedranno alcune stelle e sul lembo dell’orizzonte il riflesso ceruleo della nascente luna)
Tale è il gaudio dell’anima che temo,
temo che piu non mi sara concesso
quest’attimo divino
nell’ignoto avvenir del mio destino.

DESDEMONA:
Disperda il ciel gli affanni
e amor non muti col mutar degli anni.

OTELLO:
A questa tua preghiera
“Amen” risponda la celeste schiera.

DESDEMONA:
“Amen” risponda.

OTELLO: (appoggiandosi ad un rialzo degli spaldi)
Ah! la gioia m’innonda
si fieramente. . .che ansante mi giacio. . .
Un bacio. . .

DESDEMONA:
Otello!

OTELLO:
Un bacio. . .ancora un bacio,
(alzandosi e mirando il cielo)
Gia la pleiade ardente al mar discende.

DESDEMONA:
Tarda e la notte.

OTELLO:
Vien. . .Venere splende.

DESDEMONA:
Otello!

Annunci

4 pensieri su “Ottavio , Otello e… chi è Desdemona?

  1. E’ già tanto se ho riconosciuto tuo padre!!! Può essere Ghena Dimitrova?
    Questa estate sono passato da Savignone solo un paio di volte e sempre di fretta tranne quando mi sono fermato da Calcagno!!! Cinque minuti perché non c’era nessuno!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...