Religioni: Non è la corteccia che fa la pianta.

un altro punto di vista, rispetto al post di ieri. Mi sembra interessante.

4 pensieri su “Religioni: Non è la corteccia che fa la pianta.

  1. Ho letto tutto e sono assolutamente d’accordo…. le scritture, tutte, che sia la Bibbia o il Corano o il Nuovo testamento vanno lette prima di tutto con l’umiltà di chi cerca ma sa che esse sono sempre più in là delle nostre traduzioni o delle nostre spiegazioni sempre parziali….

    "Mi piace"

  2. In effetti anche Vito Mancuso, nel bel libro «principio di passione» cita la celebre novella dei tre anelli del saggio Melchìsedech. In effetti è giusta la considerazione che i libri sacri delle religioni sono da leggere non alla lettera ma cercando di assimilarne il senso allegorico. A mio avviso il compito della cultura (in senso laico ma anche all’interno di un pensiero credente) è trovare degli spazi di rispetto e tolleranza che evitino le conseguenza atroci e brutali dell’odio e allo stesso tempo prendano atto delle differenza senza cercare un impossibile sincretismo globale. Una diastole/sistole sopportabile fra differenza e fratellanza, in un faticoso e mai finito lavoro per la pace.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...