Eccomi

Cari amici, eccomi ancora qui, nonostante tutto.

Dopo il funerale di papà, la vita non mi ha dato tregua, mettendo, me e i miei cari, ad un’altra dura prova. Qui, vige l’usanza di visitare la famiglia del defunto, nei giorni precedenti il funerale. Per papà, le visite sono cominciate già alle 9 del mattino del 18, e si sono protratte fino al 20, pochi minuti prima che la bara uscisse da casa. In certe ore, c’era la fila fin sulla strada. Probabilmente, è arrivato pure un malefico virus influenzale che, ovviamente, ho subito preso. Per 4 giorni tosse, dolori, febbre fino a 40° e, fatto asssai pericoloso, grave abbassamento della saturazione dell’ossigeno nel sangue. In poche parole, han temuto per la mia vita!

Chissà, forse è stato un bene, perché erano tanto preoccupati per me, che non hanno avuto neppure il tempo di pensare ad altro. Io, invece, non mi sono accorta di nulla, ottenebrata completamente dalla febbre.

Riprendo il mio cammino, con un compito in più, dedicando al mio papà e alla sua memoria.

I messaggi che abbiamo ricevuto per lui, sono stati tantissimi, pervenuti con ogni mezzo: sms, email, telegrammi, lettere, telefonate, Facebook, Tweet e Google+. Digitalizzato_20140329 (2)Tra le persone più note, oltre a tanti colleghi, Elio Pandolfi, Mina Welby, il Ministro Roberta Pinotti, Roberto Tiranti (cantante Rock) e Irene Fornaciari.
Anche i media sono stati presenti. Primocanale e Rai3 hanno mandato servizi per più giorni, e la notizia, con articoli, foto e commenti è apparsa su La Repubblica, il Corriere della sera, Il SecoloXIX, il Corriere Mercantile e l’Ansa. Il Regio di Torino ha chiesto un minuto di silenzio, nello spettacolo del 18 Marzo, lo stesso ha fatto il Carlo Felice di Genova che poi, il 28 Marzo, gli ha dedicato la diretta streaming del concerto di Andrea Battistoni. La Escuela Bilbao Musika ha dedicato il saggio finale della classe di canto, tenuta dall’insegnante Maria J. Bravo, alla memoria di papà.

Digitalizzato_20140329 (5)Digitalizzato_20140329 (4)Digitalizzato_20140329 (7)Digitalizzato_20140329 (6)Digitalizzato_20140329 (3)

Annunci

24 pensieri su “Eccomi

      1. sono contenta Martina un giorno spero di conoscerti di persona siamo liguri e vicine verrò se lo vorrai a trovarti con piacere naturalmente avvisandoti prima ciao

        Mi piace

  1. ….ora riprendi a lottare, cara Marina, con l’aiuto e la forza che ti darà sicuramente il ricordo per Tuo Padre…..ancora un sincero abbraccio!!!

    Mi piace

  2. Orpo, non ci voleva anche il virus! In effetti ha tenuto pre-occupati i tuoi familiari. Meno male che ora stai meglio.
    Dovresti scrivere un bel libro di memorie sulla carriera di tuo padre, sarebbe un bel omaggio!
    Un abbraccio forte forte, ti sono vicina. Renata

    Mi piace

  3. Ciao Marina,

    voglio di evitare di scrivere cose già sentite o di cadere nelle solite frasi fatte… ma una cosa è certa… quando ho conosciuto tuo padre nei suoi occhi ho letto una voglia matta di mettersi sempre in gioco, di scoprire sempre nuove emozioni, caratteristiche uniche di una persona piena di talento e di creatività. Lui continua a vivere in me ed in altri milioni di persone che come me hanno saputo apprezzare il suo essere…
    Grazie a te ho avuto la possibilità di incontrare persone speciali e di vedere la vita da altre prospettive…

    Voi siete Esempio di Vita…

    Grazie Ottavio per aver riempito una parte importante della mia vita…

    Mi piace

  4. Il malefico virus, forse, è stato addirittura utile per superare i momenti più duri.. certo che è sempre su di te che si appuntano gli strali dell’ “avversa fortuna”! Dev’essere perché ormai ti sei dimostrata talmente forte da riuscire ad aver la meglio sempre e comunque.. ma questo sembra averti dato nuove energie per continuare a celebrare il tuo Papà.
    Sempre più brava e ammirevole: fai sentire tutti noi dei vermiciattoli della terra.
    Lo vuoi un abbraccio anche da me ( e G., si sa! )?

    Mi piace

  5. Ciao, non ci frequentiamo molto ma ti leggo sempre con ammirazione per la tua forza, per il tuo cuore e per il tuo coraggio. Ti abbraccio.

    Mi piace

  6. Meno male che è passata questa bufera!!!! Come stai ora? Che virus vigliacco!!!
    Il tuo babbo è stato ricordato come si meritava e tutto questo è molto bello!
    Non leva nulla al dolore ma lo riempie di dolcezza e lo circonda di amore!
    Ti abbraccio, Marina!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...