#Genova si ferma per lutto, la #Lega Calcio no

216200_499933530060024_895341481_nGenova oggi è attonita, immobile davanti alle macerie della torre piloti, letteralmente sbriciolata da una portacontainers che, ieri alle 23, l’ha, inspiegabilmente, “urtata” durante una manovra. Chi abita in una città di mare, che ha il suo cuore pulsante nel porto, sa quale sia il legame che esiste fra i cittadini e il bacino.Lavoratori del mare, portuali, spedizionieri, mercanti, negozianti, alberghi, operatori turistici, e tanto altro girano intorno al porto Anche chi non lavora in attività, direttamente, inerenti al mare, sente forte il legame col porto che resta, comunque, il fulcro della città

Oggi, il porto, benché in grado di lavorare normalmente, si ferma per 24 ore, fermo il VTE…

Tutti fermi, ma la partita di calcio non si ferma!

La Lega calcio ha, infatti, annunciato che la partita Sampdoria – Catania si giocherà, come previsto, dalle 20,30, nello stadio Luigi Ferraris, posto a poca distanza, dal luogo della tragedia.

Una volta di più, se mai ce ne fosse stato bisogno, il calcio si conferma come un “semplice affare”, una questione di soldi, totalmente avulso dal territorio in cui opera e lontano dai colori delle maglie che dovrebbero rappresentare i tifosi che li sostengono.

Del resto, che il calcio non avesse più niente a che fare col cuore e con l’amore, ce n’eravamo già accorti, seguendo il “tristo” commercio dei calciatori che, solo per questioni economiche, non esitano, anche durante il campionato, a passare da una squadra all’altra, baciando, per fare un esempio, ora la maglia dell’Inter e, dopo un mese, giurar fede ai colori del Milan.

 

Brava Lega, tempismo perfetto: 7 morti, magari 7 gol!

Lega_Calcio_Serie_A_Split_mcalcio1

Annunci

14 pensieri su “#Genova si ferma per lutto, la #Lega Calcio no

  1. L’ennesima mancanza di rispetto, la prepotenza del mondo del calcio.
    A me personalmente questo menefreghismo fa schifo.
    Calpestare così una città ferita…
    Mai come oggi il calcio è fuori luogo, troppi soldi facili dati a gente che onestamente non li merita.
    Il paradosso è che ci sono operai che non hanno soldi per vivere e quei pochi li sacrificano facendo l’abbonamento a Sky per guardare le partite, o ancor peggio ci vanno allo stadio.
    E gli altri sport? Ci sono atleti che non hanno nemmeno la possibilità economica di partecipare alle gare…

    Mi piace

  2. nel calcio girano troppi soldi; in ogni caso, credo davvero che la questione della sicurezza nei porti vada assolutamente messa in primo piano; anche a Spezia ogni anno, muoiono delle persone; queste navi hanno già avuto parecchi incidenti, non ho notizie certe ma credo che un incidente così non puo’ avvenire se le regole vengono rispettate; anche sulle navi, gli equipaggi spesso parlano dieci lingue diverse e posso immaginare che cosa ne deriva; cara Princy, Genova, solo epr la gloriosa storia che ha, non merita questa ferita, ma temo che incidenti ne accadano spesso, magari non lo sai perché non c’è scappato il morto; un abbraccio a tutti quelli che si guadagnano duramente la vita in mare e sul mare

    Mi piace

      1. guarda, Marina carissima, che se vai a spulciare le cronache, gli incidenti sono piuttosto frequenti, solo che quando non ci scappa il morto o più morti, nella cronaca nazionale non hanno visibilità

        Mi piace

  3. Mio marito era un manovratore di merci a terra e durante la sua attività lavorativa io stavo con il cuore in gola, perché più di qualche operaio è stato schiacciato da un container. Quindi comprendo il dolore che le famiglie delle vittime stanno vivendo. Spero solo che miracolosamente tra le macerie si trovi ancora qualcuno…

    Il calcio ormai non mi attira più dal 1978 anno in cui el Paron, Nereo Rocco ebbe la sua ultima stagione al Milan, confermata dallo scandalo Totonero che scoppiò nel 1980 : da quei tempi il calcio ha perso completamente lo spirito di “sport” nell’accezione più umile e nobile che l’agonismo deve avere.

    Mi piace

    1. errata corrige : calcio ormai non mi attira più dal 1978 anno in cui el Paron, Nereo Rocco ebbe la sua ultima stagione al Milan! Il mio disgusto fu confermato dallo scandalo Totonero che scoppiò nel 1980 : da quei tempi il calcio ha perso completamente lo spirito di “sport” nell’accezione più umile e nobile che l’agonismo deve avere.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...