Senza memoria

A proposito di Berlusconi, ecco un bel pezzo di Massimo Gramellini:

Senza memoria.

Annunci

8 pensieri su “Senza memoria

  1. Mr. B conosce bene i tempi della politica. A novembre 2011 la situazione dell’Italia era talmente grama che nessuno si sarebbe assunto l’onere di fare le cose fatte da Monti, alcune anche inevitabili. Sta di fatto che altre, come gli ordini professionali, le licenze di taxi e farmacie, lo sfoltimento (vero) delle provincie, non le ha fatte. Ha toccato le pensioni, il welfare, la scuola, ha anticipato l’IMU che sino all’ultimo non si sapeva come ripartire. Certo parla di riforme, omettendo di chiamarle col vero nome controriforme.
    Mi spiace che in questo inizio di campagna elettorale di questo nella compagine PD non si faccia memoria.
    Mi piace la sagacia di Gramellini, non la parte su Renzi, non dimentichiamo che per il bene di Firenze andò col cappello in mano ad Arcore. A meno che io non abbia capito bene il fondo.

    Mi piace

  2. Secondo me NO, non è che siano senza memoria: è che preferiscono di gran lunga rimuovere,
    Forse perché si sentono impotenti, e incapaci di discernere qual è il male minore..
    Ciò detto, va da sé che sono con Gramellini sempre!
    Del resto, Sant’Oro non si smentisce..
    Un abbraccio, Marina!
    Adri

    Mi piace

  3. Purtroppo il buon grammelini ha Ragione ti cito il commento di Sabina Guzzanti sulla trasmissione oscenamente proposta da Santoro e company dove da tempo nutro dei sei dubbi,La guzzanta ha affermato “grazie Santoro per il bellissimo show, non mi hai convinto non voto berlusconi. questa è la sintesi di quello schifo me ne parliamo di quel lestofante meglio è ciao Marina

    Mi piace

      1. Ma è stata una mossa lungimirante?
        Santoro fino a giovedì ha potuto contare su un pubblico affezionatissimo che si fidava ciecamente di lui. Ma adesso? Quanti si saranno sentiti presi in giro giovedì? Quanti di quelli che gli han mandato i dieci euro si pentiranno dell’investimento?

        Di solito Gramellini non lo reggo, ma l’articolo è molto interessante e, inutile dirlo, condivido pienamente. Ti segnalo anche quello di Scalfari (altro che normalmente non sopporto) se non l’avessi già letto.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...