Gli “eroi” delle dimissioni

All’estero, in tutti i paesi democratici e civili, l’istituto delle dimissioni è normalmente praticato e considerato assolutamente dovuto: governanti , politici, e persone ai vertici delle istituzioni pubbliche, all’estero, si sono dimessi anche per motivi che, a noi italiani, paiono futili. Aver copiato una tesi di laurea, aver pagato il noleggio di alcuni film porno con i rimborsi del parlamento , aver inviato proprie immaginari , a torso nudo, tramite il proprio cellulare, ad un’amica maggiorenne .

Qui da noi, anche chi si è appropriato di denaro pubblico, chi è colluso con la mafia, chi è travolto da scandali sessuali, non si dimette mai, immediatamente e spontaneamente, ma aspetta sempre “un aiutino” dalla magistratura. La sola vista di giudici, pm, carabinieri e poliziotti, fa rinsavire i nostri “uomini di stato”, spingendoli al sacrificio supremo: lo faccio per il bene del partito, lo faccio per difendermi meglio, lo faccio perché tutto è accaduto a mia insaputa! Le scuse più ridicole e varie sono tirate in ballo e ripetute con la più turpida faccia tosta ma, miracolosamente, sortiscono il loro effetto. Di fronte al supremo sacrificio, si dimenticano le azioni più turpi e s’inneggia all’eroico dimissionario. Il ministro Scajola, Umberto Bossi, Renzo Bossi , per citare i nomi più noti, diventano gli eroi che compiono quest’atto così inusuale per la salvezza dello Stato.

Solo la magistratura può indurli ad un , momentaneo , rinsavimento , ad un sussulto di dignità e, a questo punto, noi cittadini non possiamo che elevare una prece ai nostri magistrati:

Liberateci, o Signori, da Rosy Mauro!

Amen

Annunci

20 pensieri su “Gli “eroi” delle dimissioni

  1. Marina! Boni sta dando le dimissioni! Un altro eroe? Mah, secondo me se avessero un briciolo di dignità scioglierebero il consiglio per andare alle elezioni. La Regione Lombardia è diventata una cosa squallida.

    Mi piace

  2. Scusa Marina, ma la Rosy Mauro non è affatto una pecora nera. Ci sono anche Penati, Tremonti, Boni, Formigoni… lo stesso Bossi s’è dimesso da segretario, mica da parlamentare!

    Mi piace

  3. Scusa Marina, ma la Rosy Mauro non è affatto una pecora nera. Ci sono anche Penati, Tremonti, Boni, Formigoni… lo stesso Bossi s’è dimesso da segretario, mica da parlamentare!

    Mi piace

  4. Facile dimettersi da segretario e diventare presidente. Perchè Bossi non si dimette dal Senato e rinuncia anche al vitalizio? Quanto al trota in un anno da consigliere ha guadagnato, al netto delle tasse, tanto quanto i governatori del Kansas, dello Wyoming e Illions messi insieme (€ 150.000 annui, netti), se non si è fatto avanzare qualcosina in questi anni l’eh propri un pirla (o un bigol, che poi è lo stesso). 🙂

    Mi piace

  5. disdicevole vicenda, perchè riprova che le “nuove” generazioni non hanno la stoffa di quelle precedenti, anzi “trota” sono e trota resteranno!

    siamo messi proprio male, neh ? speriamo in Dio, non abbiamo altro….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...