Lettera a un comunista

Caro Presidente,

mi permetto di tralasciare tutti i meritati e doverosi titoli per rivolgermi a Lei, con un semplice ed affettuoso “caro” che testimonia il mio rispetto e affetto. Si, perché, fin da ragazzina, nella mia famiglia, sentivo tessere le sue lodi, tanto da farLa diventare, quasi, un membro della famiglia. Mi chiamo Marina Garaventa, ho 51 anni, vivo in Liguria, mi sono occupata di politica nel piccolo comune di Savignone, e, per un destino “cinico e baro” , da 9 anni, vivo allettata e collegata ad un respiratore che mi tiene in vita. Nonostante tutto, però, non ho perso l’amore per la vita , per la politica (quella vera) e per il mio paese. Ultimamente, vedendo lo stato in cui ci siamo ridotti, ho molto sofferto : il parlamento è diventato un’accozzaglia d’ignoranti che si esprimono con parolacce e “pernacchie”, il paese è, giustamente, commissariato dall’UE, scioperi, licenziamenti, proliferano Soffrivo e pensavo a Lei: immaginavo il suo scoramento, la sua preoccupazione e, mai come inn questo momento, ho apprezzato la nostra Costituzione e l’istituzione che Lei incarna così degnamente. Lei è, in questi giorni duri, l’unico faro che può illuminarci in questo mare procelloso, l’unico riferimento al quale possano rivolgersi le altre nazioni, l’unica personalità presentabile, per dimostrare che non siamo solo quelli del “bunga-bunga”.

Caro Presidente è ben strano che dopo tanti anni di feroce anticomunismo e di spaesamento della sinistra, sia proprio un comunista, vero, a dover salvare il nostro paese. Questo dovrebbe far capire a tutti che, legge elettorale permettendo, quando si va a votare, si deve scegliere non per sola ideologia o per tutelare i propri interessi, ma per il bene del paese, scegliendo persone preparate, oneste e intelligenti.

Caro Presidente,, l’abbraccio forte, certa di farlo anche a nome dei tanti che l’apprezzano e si affidano a Lei

Con affetto e ammirazione

Marina Garaventa

Annunci

13 pensieri su “Lettera a un comunista

  1. Finalmente liberi!
    Speriamo che non torni più.
    Anche se temo che Monti prenderà moltissime decisioni impopolari, e che al momento della campagna elettorale Berlusconi rientri dalla finestra con un discorso del tipo “il fallimento del governo Monti è la dimostrazione che senza di me non è possibile un governo blablabla” e tutto il suo seguito di mentecatti (io non credo sia giusto mancare di rispetto a nessuno, ma ero più cinica e razionale io a sei anni quando credevo nella fatina dei denti di questi qua che credono a uno che fa promesse degne di Mago Merlino…) riconosceranno in lui il Messia…

    Mi piace

  2. Come sempre,cara Marina,hai saputo interpretare quanto abbiamo in tanti nell’animo ma che non sempre riusciamo ad esprimere con il giusto piglio e le giuste parole.Viviamo momenti oscuri ed incerti ma con un riferimento e una guida come il presidente Napolitano son certo che ne uscamo fuori dignitosamente anche se ci vorrà del tempo,ciao ciao

    Mi piace

  3. Caro Presidente, come spesso accade, la mia cara amica Marina mi ha preceduta. Di piu’, mi ha letto nel pensiero mettendo per iscritto il sentimento di gratitudine che da tempo provo nei suoi confronti. Quindi mi unisco nell’abbraccio, nella stima e nell’affeto. Grazie.

    Mi piace

  4. Detesto dirlo, perché credo di avere un cervello che pensa autonomamente e credo che tu abbia un cervello che pensa e funziona (molto meglio del mio) autonomamente. Ma condivido ogni singola parola di quello che hai scritto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...