Orgoglio ligure

Spesso, io amo scherzare sul carattere dei liguri, ruvidi e chiusi , riottosi e poco inclini ai complimenti, però, in questi giorni , mi sembra giusto spendere una parola di plauso per la mia piccola regione. La Liguria , senza strepito , senza lungaggini e senza autocelebrazioni, è stata la prima regione a rispondere positivamente alla richiesta d’aiuto di Napoli. Un “SI” netto e pulito, pronunciato senza tentennamenti , con la consapevolezza che l’Italia è un’unica nazione, nella quale ognuno deve, in ragione di quello che può, dare il meglio per contribuire alla felicità di tutti. Anche noi, nel campo della raccolta dei rifiuti , abbiamo i nostri problemi , come tutti , ma non è giusto nascondersi dietro i nostri egoismi e il becero campanilismo, per rifiutare un aiuto a chi è con l’acqua alla gola.

Le mani dei liguri sono ruvide e callose, cotte dal salmastro, segnate dai fili delle reti, dalla fatica paziente di chi è abituato a strappare la terra al mare, indurite dalle pietre dei muretti a secco. Sono mani poco avvezze alle carezze, spesso raccolte in se stesse per troppa riservatezza ma , quando infuria il temporale , quando le onde sovrastano la barca e il vento straccia le vele, sono mani pronte ad afferrare con forza il povero naufrago, e a metterlo in salvo.

Annunci

12 pensieri su “Orgoglio ligure

  1. Marina, quello che scrivi è giusto, essendo una nazione dovremmo essere solidiali gli uni con gli altri.
    Però, io voglio quì riportare una massima del grande Mao:
    “quando uno ha fame insieme al pesce da mangiare dagli pure la canna e gli spieghi che questa volta mangi il pesce pescato da me, la prossima con questo attrezzo il pesce lo peschi e poi lo mangi, altrimenti quello aspettera che il pesce da mangiare glie lo procuri sempre tu”.
    Questo e per dire che quì siamo di fronte ad un ripetersi delle stesse situazioni continuamente.

    Mi piace

      1. Si …….ora la colpa è delle industrie che mandano i rifiuti, e non di aziende che con false credenziali per lo smaltimento certificano di essere idonee per lo smaltimento dei medesimi , in tutti fenomeni c’è un principio di causa e di effetto, e la causa sono queste aziende fasulle, e non certo chi gli affida i rifiuti .Ogni popolo deve fare i conti con se stesso e prendersi le sue responsabilità, ed il voto politico è l’espressione della loro volontà ,ricordo che se il mafioso vota un tale partito per poter smaltire illegalmente, il non mafioso vota il medesimo partito per avere una pensione di invalidità fasulla o per fare risultare che la moglie sia un’operaia agricola in modo da intascare il bonus post parto,quindi innocenti non ce ne sono tanti .Quando ero bambino ed andavo al sabato con mio nonno a fare la spesa in via Prè, mio nonno mi diceva in genovese: guarda quando usciamo dal negozio che non ci arrivi in testa un sacco della rumenta dal quinto piano, ed indovina un po’ chi ci abitava in via Pre negli anni 70 ?quindi non ci stiamo a raccontare della balle, non tutti i popoli evidentemente hanno lo stesso grado di civiltà .

        Mi piace

  2. Ma c’è rimasto qualche ligure d.o.c.? Se mi guardo in giro vedo molti calabresi, campani, siciliani, ecc..ecc … e anche io, pur avendo origini liguri, mi sento Italiano, ma non certo ligure … Non è che si è fatta un’operazione commerciale, fatta passare per solidarietà? … La solidarietà la si esprime e si effettua gratuitamente … (per cui in questo caso a prezzo di costo; altrimenti diventa un’operazione commerciale come un’altra che non vorrei servisse a coprire i malumori per l’inceneritore di Scarpino…)

    Mi piace

      1. Perché danno risposte i leghisti? :-))))
        Mettere delle condizioni … non è solidarietà. Sei sicura che Burlando non dia la sua disponibilità solo per un po’ di visibilità? Malizioso?
        Ben venga la disponibilità delle altre regioni per risolvere il problema della spazzatura in Campania, ma assicurandosi che la regione Campania si impegni seriamente a risolvere il problema (vedi la costruzione dei termovalorizzatori previsti; l’incremento della raccolta differenziata … e l’eliminazione dei “furbetti” a contatto con i politici locali (alias galera!!!)

        Mi piace

    1. Scusa non capisco proprio perchè noi Liguri dobbiamo prenderci la spazzatura di altri popoli che non sono in grado di differenziare, perchè in Campania la gente nasce senza le mani , o forse come dicevano i miei compagni delle medie noi siamo babbucchioni mentre loro sono dei dritti ? che ogni uno paghi le conseguenze delle loro azioni, e poi se proprio ci viene imposto dallo stato di accogliere i rifiuti delle regioni incapaci di smaltire, vorrei sapere per quale motivo dovremmo prenderli gratis, cosi poi a noi aumenta la tassa sulla spazzatura perchè saturandosi in anticipo i nostri depositi, dovremmo crearne altri (deturpando la nostra regione ) ex novo.
      Tassa che poi pagheremo solo noi perchè non è un mistero che in molte regioni del sud non la paga quasi nessuno e che ci pensa lo stato, e lo stato i soldi dove li trova, tassando sempre i soliti, quindi secondo la logica del gratuito dovremo 1)inquinare la nostra regione 2) farlo a nostre spese 3) ed a nostre spese pagare le tasse per lo smaltimento per le regioni insolventi .
      Allora i base a questa logica potremo chiedere alla Germania di prendersi carico dei nostri rifiuti, ma già sappiamo che se lo fa, lo fa solo per lucro, e qui chissa perchè nessuno ci vede nulla di strano.
      Per finire io sono Ligure, mi sento Ligure , non mi sento inferiore a nessuno, se mai il contrario e culturalmente voglio tutelare la mia regione e le mie tradizioni , come viene riconosciuto a tutti i popoli, e non vedo perchè non al mio .

      Mi piace

  3. “Le mani dei liguri sono ruvide e callose, cotte dal salmastro, segnate dai fili delle reti, dalla fatica paziente di chi è abituato a strappare la terra al mare, indurite dalle pietre dei muretti a secco. Sono mani poco avvezze alle carezze, spesso raccolte in se stesse per troppa riservatezza ma , quando infuria il temporale , quando le onde sovrastano la barca e il vento straccia le vele, sono mani pronte ad afferrare con forza il povero naufrago, e a metterlo in salvo.” …. bellissimo pezzo. ci

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...