Galaverna choc

 

 Questa che vedete nella foto di Cinzia Bassani, è la galaverna: i rami degli alberi, coperti di neve, ghiacciano e tutti esclamano “Che immagine suggestiva… Che ricamo!”
Ricamo… un belino! Scusate il francesismo ma, ieri, è stata proprio una giornata di m…! La “poetica” galaverna, infatti, dopo aver distrutto centinaia di alberi che, cadendo fragorosamente, hanno bloccato strade e autostrade del nostro entroterra, ha provveduto anche a tranciare parecchie linee dell’Enel, lasciandoci, per diverso tempo, al buio!
<Che sarà mai?> dirà qualche simpaticone < Le candele son così romantiche!>
Peccato, però, che le mie macchine vitali non vadano a candela! E’ pur vero che io sono dotata di circa 3 ore di autonomia, tramite le batterie ausiliarie, è pur vero che ho anche un gruppo elettrogeno che dovrebbe entrare in funzione automaticamente, ma è pur vero che, essendo io dotata di incommensurabile sfiga, ieri, il gruppo non funzionava!
Il risultato era che, ad ogni distacco di corrente, gli allarmi cominciavano a suonare, io rimanevo immobilizzata mentre il mio compagno contava i minuti di distacco per calcolare l’autonomia delle batterie, mio padre meditava vendetta contro l’Enel incolpevole, mamma telefonava al tecnico per riparare il gruppo e Wilma andava e veniva nel tentativo di calmare tutti.
Persino Frida, agitata e preoccupata, faceva la spola fra la mia camera e la cucina.
Poi, il tecnico è arrivato,, ora, il gruppo funziona…..

Ma non ditemi che la galaverna è suggestiva…..

 
Annunci

20 pensieri su “Galaverna choc

  1. Beh, direi che la Galaverna è quasi un anagramma di Garaventa ! Giusto Marina ? (interessante sarebbe sapere come si dice nei vari dialetti/lingue. In tedesco si dice, ammesso che qualcuno voglia saperlo, Raureif )

    ciao e a presto sui ns Blog

    Silenzi d’Alpe

    Mi piace

  2. Si afferma che molte coincidenze formano una prova, nel tuo caso è imputata la sfiga……:-(
    vorrei usare un francesismo ancor più forte ma mi astengo…
    good luck carissima Marina 🙂

    Mi piace

  3. certo che la galaverna è bellissima:: ho fatto quasi un’ora di coda per fare cento metri per uscire a Busalla ma poi in compenso ho davvero mangiato a lume di candele con un occhio al mio congelatore pazzo! ci vediamo giovedì baci a tutti compresa frida.

    Mi piace

  4. Non sapevo che la galaverna potesse fare così tanti danni. Ora la guarderò con occhio diverso. Bella l’intervista, bravissima la regista e complimenti alla Princy. Ciao

    Mi piace

  5. Il bello, per essere bello, deve anche essere “buono”. La galaverna (dominava sulle colline pistoiesi) è cattiva, fa male agli alberi e quindi anche alle persone……fratello Gelo dovrebbe pensarci!!! Quest’anno la vedo brutta…siamo solo al 7 dicembre e già tanti danni!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...